handlogic cover sito

IN ARRIVO I REMIX DEL LORO OMONIMO EP
I brani sono stati remixati da Alberto Ferrari (Verdena), Off muziek (Giulio Ragno Favero), Andrea Appino (The Zen Circus) e Ohtewa

“Il motivo per cui ho deciso di remixare il brano di /handlogic è molto semplice: sono la migliore live band italiana che mi sia capitato di vedere negli ultimi 5 anni, e tra i migliori autori di respiro internazionale che questo sfortunato paese abbia avuto il merito di sfornare in quest’ultimo, disgraziato, periodo. Non li conoscete? Non li avete mai sentiti? Non siete d’accordo? Beh… è un problema vostro, abbastanza grave direi…

Offmuziek (Giulio Ragno Favero)

/handlogic è un progetto di alternative pop/electronica nato a Firenze. A dicembre 2016 ha esordito con l’omonimo Ep, ricevendo ottimi riscontri di critica. Ora, a distanza di due anni, la band ha deciso di ridare linfa vitale ai 4 brani che componevano il loro debutto discografico, ripubblicandoli in versione remixata. È in arrivo una raccolta di 11 tracce su cui hanno lavorato altrettanti artisti italiani, anticipata da una selezione di quattro singoli estratti come anteprime.

Gli autori dei 4 remix sono Alberto Ferrari (Verdena), Off Muziek, progetto elettronico di Giulio Ragno Favero (Il teatro degli Orrori), Appino (The Zen Circus) e Ohtewa. I quattro brani verranno pubblicati sotto forma di video, presto in uscita.

TRACKLIST:
01. Mindlogs (Offmuziek remix)
02. Oroboro (Ohtewa remix)
03. Earplugs (Alberto Ferrari analog rework)
04. Mindlogs (Andrea Appino remix)

Le parole degli /handlogic su questo nuovo progetto:

“Il progetto della raccolta di remix nasce come occasione per dare nuova vita alle quattro tracce del nostro Ep. Sono brani a cui siamo molto affezionati, che hanno attraversato una lunga gestazione e sui quali abbiamo dato forma al nostro sound: ci è venuto spontaneo, visto che a noi avevano dato tanto, chiederci che cosa avrebbero suscitato in altri artisti. Abbiamo fatto la proposta a diversi artisti che stimiamo, sia affermati che più di nicchia, e siamo stati fortunati a ricevere tante risposte positive.
La scelta degli artisti per i singoli, in particolare, è ricaduta su nomi di artisti con cui lusinga particolarmente aver collaborato: Giulio Ragno Favero (con cui abbiamo lavorato insieme negli scorsi mesi su vari fronti), Alberto Ferrari (che abbiamo conosciuto in occasione del Rock Contest), Andrea Appino (toscano come noi e che abbiamo avuto occasione di conoscere a un nostro concerto a Livorno) e gli Ohtewa, nome più di nicchia che abbiamo incontrato a Milano in occasione di un loro set – ancora a nome Pelussje – e che ci hanno subito colpito per gusto e intesa musicale e umana con noi.
Un elemento in più che ci piaceva in particolare è quello di far remixare dei brani che, fondamentalmente, sono suonati da una band; sentiamo di essere in qualche modo all’intersezione tra la musica elettronica e la musica suonata, e perciò troviamo ancora più stimolante l’idea del remix, che appartiene in larga parte al mondo delle release puramente elettroniche (questo spiega anche il fatto che tra gli artisti scelti ci siano tanto musicisti rock quanto produttori da clubbing).”

ALBERTO FERRARI
E’ il cantante, chitarrista e frontman dei Verdena. Nel corso della loro carriera quasi ventennale, i Verdena hanno pubblicato 7 album di studio, diventando una delle band di punta dell’indie rock italiano. La sua versione di Earplugs degli /handlogic è frutto di una rivisitazione analogica del brano.

APPINO
E’ voce, chitarra e penna degli Zen Circus, nonché autore di due album da solista. Tra gli altri, ha curato la produzione artistica di: Fast Animals and Slow Kids, Dente, Bobo Rondelli.

OFFMUZIEK
Offmuziek è il moniker elettronico di Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Zu).

OHTEWA
Diario OHTEWA. Reid 273, Anno 2018, +24 anni dopo. Parla dell’Oroboro, antico simbolo alchemico, un serpente raffigurato nell’atto di mordersi la coda, formando così un cerchio e “ricreandosi” continuamente. La natura ciclica di tutte le cose. Viene in mente il suono di un canto di guerra Masai, ascoltato tanto tempo prima. Un canto di caccia che esprime il concetto “io uccido te per poter sopravvivere, qualcuno un giorno ucciderà me per la sua sopravvivenza”. È questo il modo in cui lo racconteremo agli altri.

Foto 3

/HANDLOGIC
⁄handlogic è un progetto di alternative pop/electronica nato a Firenze. L’esordio, “EP”, è uscito a dicembre 2016, ricevendo nei mesi successivi ottimi feedback dalla stampa sia cartacea che digitale (Mucchio Selvaggio, Rumore, Blow Up, Repubblica, Rockerilla,Sentireascoltare). L’EP, alla sua uscita, è stato scelto come “Disco della settimana” su Rockit. Il progetto ha preso forma nel 2016 e i live sono cominciati nel dicembre dello stesso anno, con la vittoria al Rock Contest di Controradio. Per il 2017 ed il 2018, gli ⁄handlogic si sono dedicati all’attività concertistica, esibendosi in tutta Italia: hanno suonato negli studi di RAI Radio1 eRadio2, sul main stage del MI AMI Festival 2017 e hanno aperto la data romana dei Primal Scream a luglio 2017. Nella primavera del 2018 si sono esibiti per la prima volta in Europa, con un tour che ha attraversato Germania e Repubblica Ceca. Contemporaneamente ai live, stanno lavorando sul materiale per il loro primo full length. Ora si apprestano a pubblicare una serie di remix delle canzoni di “EP” realizzati, fra da Alberto Ferrari (Verdena), Andrea Appino (Zen Circus), Giulio Favero (Teatro degli orrori).

/Handlogic are:
Lorenzo Pellegrini
Leonard Blanche
Alessandro Cianferoni
Daniele Cianferoni

 


READ MORE:
/HANDLOGIC

YouTube

Facebook

Instagram